Attenzione: Argomento non valido fornito per foreach() in /var/www/moneyarcher.com/abetterfootprint.com/wp-content/plugins/wordpress-seo/src/generators/schema/faq.php in linea 36

Attenzione: Argomento non valido fornito per foreach() in /var/www/moneyarcher.com/abetterfootprint.com/wp-content/plugins/wordpress-seo/src/generators/schema/faq.php in linea 56

Come si identifica la plastica dura?

La plastica dura, scientificamente identificata come polietilene ad alta densità (HDPE), è probabilmente il tipo di plastica più comune che vediamo nelle nostre case. Viene usata per bottiglie di shampoo, borse della spesa e contenitori per il latte, tra gli altri. Anche se versatile e flessibile, la plastica dura è uno dei tipi di plastica più complicati.

Identificazione della plastica dura

Identificare la plastica dura è fondamentale per sapere come possiamo riciclare i materiali plastici nel caso in cui non possiamo smettere completamente di usarli. Esistono 7 diversi tipi di plastica, la maggior parte dei quali potrebbe fare a meno per non contribuire all'inquinamento plastico.

Ciò che distingue la plastica dura dalle altre è la sua densità. Poiché è fatta di HDPE, non è così leggera come altri tipi di plastica. Questa qualità la rende anche più versatile per essere utilizzata per varie industrie, compreso l'imballaggio alimentare. 

La plastica dura è anche più rigida. La sua versatilità deriva dalla sua naturale malleabilità, che la rende facile da formare in diversi contenitori. Questo tipo di plastica è anche identificato per essere generalmente sicuro per gli alimenti. 

Non solo la plastica dura è riciclabile, ma potrebbe anche essere riutilizzata per essere trasformata in casse di plastica e recinzioni dopo aver servito il suo scopo come brocche per il latte, sacchi per la spazzatura e giocattoli. 

Dove individuare la plastica dura

Considerata la scommessa più sicura quando si tratta di contenere cibo e bevande, la plastica dura è il tipo di plastica più usato nell'industria alimentare. Girando per il supermercato, si può vedere la plastica dura in ogni corsia.

Usato per contenere latte e succhi, duro la plastica è il materiale usato nei galloni e nei sacchetti di plastica della drogheria. La sua alta densità equivale a un alto livello di durata, il che lo rende ideale per essere fatto anche come bottiglie di medicinali. 

Oltre al cibo e alle medicine, viene anche utilizzato per contenere shampoo, sapone liquido, detergente, candeggina e altri agenti di pulizia. 

Tuttavia, non c'è solo la plastica dura del supermercato e della casa. Viene anche usata in chirurgia plastica, in particolare per la ricostruzione del viso. Questo tipo di plastica è stato anche trovato per essere un ingrediente attivo nei compositi di legno e plastica, negli snowboard e come filamento per la stampa 3D.

Proprietà della plastica dura

Per essere più tecnici, ciò che distingue la plastica dura dagli altri tipi di plastica è la sua lunga catena polimerica virtualmente non ramificata. Queste catene contribuiscono alla sua alta densità e forza. La plastica dura ha anche un punto di fusione e una resistenza all'impatto più alti, il che la rende perfetta per essere realizzata come tagliere e tubature.

Inizialmente inventata per essere usata per tubi e fognature, la plastica dura è ora conosciuta per la sua versatilità per essere usata in varie industrie. Poiché non si rompe nemmeno in condizioni climatiche estreme, rimane il tipo di plastica più riciclato.

Fatta di petrolio, la plastica dura può essere trattata per resistere alla corrosione. Invece di essere gettata dopo l'uso, questo tipo di plastica può essere riutilizzata. È più comunemente trasformata in legname di plastica, casse e geomembrane. 

Domande comuni sull'identificazione della plastica dura

👉 Puoi saldare la plastica dura?

Sì, esiste una cosa chiamata saldatura della plastica dura. L'idea è di applicare calore ai bordi della plastica rotta fino a testare la sua malleabilità e vedere se si possono unire i pezzi insieme mentre si stanno fondendo. Una volta che sono abbastanza liquidi, puoi poi fonderli e ricrearli nella loro forma originale.

👉 Qual è il tipo di plastica più forte?

Il policarbonato e la plastica acrilica sono i tipi più forti. Sono fogli di plastica chiari e rigidi abbastanza forti da essere usati in progetti architettonici. La loro alta trasparenza e le loro proprietà meccaniche li distinguono dai tipi di plastica più deboli e leggeri. 

👉 Qual è la plastica trasparente più dura?

Anche il più forte, il policarbonato è la plastica trasparente più dura. I policarbonati sono un gruppo di materiali termoplastici altamente resistenti sia al calore che agli urti. Abbastanza paragonabile al vetro, la plastica del policarbonato può anche trasmettere la luce ed è naturalmente trasparente.
La plastica dura è uno dei tipi di plastica più usati. La usiamo tutti i giorni a casa, e praticamente costituisce un'enorme fetta della spazzatura che produciamo. Poiché è molto usata, è importante identificarla dalle altre per poterla riciclare e riutilizzare se possibile. 
Sapere che cos'è ci renderà più facile essere più attenti a come smaltire la nostra plastica. Una conoscenza adeguata potrebbe anche essere un modo per noi di riutilizzare e riciclare la plastica invece di buttarla via e aggiungere al problema attuale del mondo dell'inquinamento plastico.

Come si identifica la plastica dura?
it_ITItaliano