Quali sono i 7 tipi di plastica?

I 7 tipi di plastica che usiamo comunemente oggi sono: (1) polietilene tereftalato (PET o PETE o poliestere), (2) polietilene ad alta densità (HDPE), (3) cloruro di polivinile (PVC), (4) polietilene a bassa densità (LDPE), (5) polipropilene (PP), (6) polistirene (PS), e (7) altri - che includono fibra di vetro, acrilico, nylon e stirene, tra gli altri.

La plastica è uno degli oggetti più comuni nella nostra vita, ed è ovunque. La plastica è usata per imballare il cibo, le bottiglie d'acqua, i vestiti, i mobili, i giocattoli, e così via. Ma la plastica può anche essere un problema per il nostro ambiente perché quando viene gettata via senza essere riciclata o riutilizzata non si decompone velocemente come altri materiali. Questo significa che, a causa del lento processo di decomposizione della plastica, essa continuerà ad accumularsi nel tempo fino a creare un'enorme pila di rifiuti.

Questi 7 tipi di plastica hanno differenze nelle proprietà, il che significa che sono anche utilizzati in modo diverso. Alcuni sono più versatili, mentre altri non possono essere riutilizzati e riciclati.

Polietilene tereftalato (PET)

Il PET è usato per imballare un sacco di cibo e bevande a causa della sua capacità di impedire l'ingresso dell'ossigeno che causa il deterioramento dei prodotti. Questa plastica è anche quella che compone un'enorme fetta della nostra spazzatura, dato che le bottiglie d'acqua continuano ad essere un punto di riferimento in termini di classificazione dei rifiuti.

Nonostante la sua riciclabilità, l'uso della plastica PET rimane da scoraggiare perché contiene una sostanza cancerogena chiamata triossido di antimonio. Questa sostanza chimica diventa più dannosa quanto più a lungo il liquido rimane nella bottiglia di PET. 

Polietilene ad alta densità (HDPE)

Con le sue catene polimeriche non ramificate, la plastica HDPE è davvero molto densa. La sua alta densità gli permette di essere versatile anche nell'uso. Come il PET, questo tipo di plastica è anche ampiamente utilizzato nell'industria alimentare, in particolare in brocche per il latte, bottiglie di medicinali e bottiglie di succo di frutta.

Quando si tratta di imballare cibo e bevande, l'HDPE è naturalmente una scelta migliore del PET, poiché è più robusto e pesante. La sua densità equivale anche alla durata, il che lo rende perfetto per le confezioni più voluminose. 

Altamente flessibile e più stabile, la sua densità contribuisce ad essere una scelta sicura non solo per imballare cibo e bevande, ma anche per contenere shampoo, sapone e altri detergenti. Oltre ad essere riciclabile, questa plastica viene anche riutilizzata in legname e tubi di plastica.

Cloruro di polivinile (PVC)

Utilizzato in vari progetti industriali e meccanici, il PVC è anche usato in un'ampia varietà di oggetti di uso quotidiano come i giocattoli e le pellicole adesive. Più comunemente chiamato vinile, questo tipo di plastica è anche ampiamente utilizzato nell'industria medica. 

Trasformato in sacche per il sangue e tubi medici, il PVC era uno dei tipi di resina plastica più usati dopo il polietilene. La produzione è diminuita dopo che la ricerca ha dimostrato che è anche il tipo di plastica più tossico. 

Non è solo il processo di produzione del PVC ad essere considerato altamente pericoloso per l'ambiente, ma anche la fase di smaltimento. I suoi pericoli potrebbero essere imputati alle sue numerose sostanze chimiche tossiche, tra cui bisfenolo A (BPA), piombo, diossine, cadmio, mercurio e ftalati.

Polietilene a bassa densità (LDPE)

Come detto, il polietilene rimane il tipo di plastica più usato in tutto il mondo. L'LDPE viene trasformato in sacchetti per panini, bottiglie spremiagrumi per miele e senape, coperchi di contenitori e contenitori per alimenti. 

Riutilizzabile e riciclabile, questa plastica a bassa densità è più spesso usata come sacchetti per il pane e i cibi congelati, così come rivestimento per cartoni del latte. Anche se gli LDPE sono riciclabili, è meglio per voi lasciare il processo ai riciclatori e non farlo da soli.

Nonostante gli studi che mostrano come questa plastica può influenzare gli ormoni umani, è ancora una scelta più sicura per il cibo e le bevande rispetto ad altri tipi di plastica. 

Polipropilene (PP)

La plastica PP è usata nei contenitori per alimenti caldi, grazie alla sua alta resistenza al calore. Con la sua rigidità naturale, la resistenza di questa plastica è abbastanza a metà tra LDPE e HDPE. È densa, ma ha dei limiti più rigidi quando si tratta di resistenza al calore.

Oltre ai contenitori per alimenti, il PP è anche usato per produrre pannolini usa e getta, assorbenti igienici, parti di automobili, tappi di bottiglie e giubbotti termici. Nonostante sia possibilmente riutilizzabile, questo il tipo di plastica non può essere riciclato. È composto da sostanze chimiche nocive che causano asma e altri problemi respiratori se ingerito.

Polistirolo (PS)

Più comunemente chiamato styrofoam, il PS era ampiamente utilizzato dai ristoranti di fast food perché è leggero, economico e versatile. Viene anche usato per fare caschi da bicicletta, vassoi per uova e materiali isolanti.

Nonostante i suoi molti usi, gli utensili monouso in polistirolo sono stati ampiamente scoraggiati. I ristoranti fast food hanno iniziato passare ai bicchieri di carta e piatti dopo che diversi studi hanno dimostrato quanto sia pericoloso quando le sue particelle si mescolano con il cibo che contiene, il che accade quando il cibo è caldo o oleoso.

Lo stirene, il componente principale del PS, è dimostrato tossico per il cervello. Questo tipo di plastica non può essere riciclato e finisce invece nelle discariche, aumentando il peso della carenza di discariche in tutto il mondo.

Altre plastiche

Per le materie plastiche che non condividono le stesse proprietà menzionate per gli altri tipi, sono classificate sotto 'Altro'. Questo include il policarbonato (PC), che è il più comune sotto questo tipo di plastica.

Il PC è considerato una plastica che dovrebbe essere evitata a tutti i costi a causa della presenza di BPA. Il BPA è una sostanza chimica dannosa legata ad un aumento del rischio di cancro al seno, cancro alla prostata, cervello e altri danni neurologici, tra gli altri. 

Domande comuni sui tipi di plastica

La bottiglia di plastica numero 1 è sicura?

Anche se generalmente più sicure delle altre bottiglie di plastica, le bottiglie in PET dovrebbero comunque essere usate con cautela. Le sue sostanze chimiche nocive tendono ad essere più attive dopo che la bottiglia è stata confinata in una temperatura calda per molto tempo. Essere consapevoli di dove mettete la vostra bottiglia dovrebbe essere un'abitudine.

Qual è la plastica più sicura?

Grazie alla sua alta densità, l'HDPE è la plastica più sicura tra quelle menzionate sopra. Altamente resistente alle condizioni climatiche estreme, è anche facilmente riciclabile senza emettere troppe sostanze chimiche aggressive.

Quale numero di bottiglia di plastica è sicuro?

Le bottiglie in PET non dovrebbero mai essere riutilizzate. Le bottiglie di plastica più sicure che puoi riutilizzare sono le bottiglie di plastica 2 (HDPE), 4 (LDPE) e 5 (PP). 
Ogni tipo di plastica è progettato per i propri usi. È comunque meglio scegliere materiali riutilizzabili rispetto alla plastica. Tuttavia, se non se ne può fare a meno, scegliere una plastica sicura, riciclabile e non tossica.

Quali sono i 7 tipi di plastica?
it_ITItaliano