Cosa si sta facendo per fermare l'inquinamento da plastica?

A causa di una crescente richiesta alla società di eliminare l'uso della plastica da molti anni, sempre più paesi hanno iniziato ad attuare misure per ridurre la nostra dipendenza dai prodotti di plastica. 

Lo stile di vita a zero rifiuti viene ora promosso, insieme alla richiesta di passare a prodotti riutilizzabili dalla plastica monouso. Tuttavia, la strada è ancora lunga e tortuosa prima che il mondo possa mai dichiararsi libero dall'inquinamento da plastica. Guardando il lato positivo, d'altra parte, il mondo ha finalmente notato la realtà dell'inquinamento da plastica e sta trovando modi per cercare di fermarlo.

Cosa si sta facendo per fermare l'inquinamento da plastica nell'oceano?

Pesantemente influenzato dai tassi di inquinamento da plastica alle stelle e da quanto gravemente colpisce la vita marina, le organizzazioni non governative hanno esercitato sforzi extra per alleviare la situazione. Uno dei modi più noti per restituire a Madre Natura è organizzare o almeno partecipare a una pulizia costiera.

Le pulizie costiere sono diventate così popolari come un evento di raccolta fondi, attività di team building, o anche solo un momento di legame familiare. Questi progetti si svolgono in tutto il mondo, sperando di fare almeno dei piccoli passi per migliorare la salute deteriorata del nostro oceano.

La pulizia delle spiagge e dei fiumi è fondamentale per combattere l'inquinamento da plastica. Le nostre acque sono state trovate infiltrate da troppa plastica, il che ha portato a uno studio che dimostra che più della metà delle tartarughe marine hanno mangiato plastica durante la loro vita. Questo studio continua ad alimentare gli ambientalisti per continuare ad incoraggiare le persone ad abbandonare i prodotti di plastica monouso come utensili, piatti, tazze e borse della spesa.

Cosa sta facendo il governo per ridurre i rifiuti di plastica?

Sempre più paesi hanno preso l'iniziativa di adattare leggi e ordinanze che vietano la plastica monouso, comprese le bottiglie d'acqua e i contenitori da asporto. Queste leggi mirano a ridurre almeno la spazzatura di plastica che produciamo ogni anno, che è stata registrata a 9 milioni di tonnellate nel 2017. 

L'appello a dimenticare completamente il consumo di plastica diventa ogni anno più forte, amplificato da un sacco di movimenti che promuovono una sorta di cambiamento di paradigma ambientale. Il fatto che il governo intervenga in queste cause è già un momento vincente. Dato che le leggi hanno iniziato ad appoggiarsi sull'essere più gentili con la natura, alla gente non rimane altra scelta se non quella di fare del bene.

Il governo che agisce con noi per salvare i nostri oceani cercando di sradicare o almeno limitare l'uso della plastica, è un enorme cambiamento di gioco. Più persone lo prendono sul serio, iniziando a ripensare a come la loro scelta di vita ha impattato sull'ambiente.

Possiamo vivere senza plastica?

È la nostra forte dipendenza dalla plastica che ci ha portato a questa situazione. L'abbiamo già sentito tutti: da un grande potere derivano grandi responsabilità. La tecnologia ci ha permesso di vivere più comodamente, con quasi tutto alla nostra portata. Attraverso la tecnologia è stata inventata la plastica, sperando che sostituisse il bisogno di carta, che allora sembrava potesse eliminare tutti gli alberi del mondo.

La plastica esiste dal 1907. È diventata una merce così venduta velocemente per la sua versatilità. Da allora, è stata usata ovunque. Ecco perché sembra impossibile vivere senza plastica. Esisteva anche prima di internet!

Tutto inizia con una piccola decisione di smettere di usare quei prodotti di plastica che avete da molto tempo. Potrebbero essere le bottiglie d'acqua che compri ogni giorno mentre vai al lavoro, gli utensili di plastica che usi per cenare nel tuo caffè preferito, le borse della spesa ogni volta che comprate la frutta e le verdure, o completamente girando verso un ribelle di plastica rifiutando il balsamo in bottiglia per fare il proprio intruglio da aceto di sidro di mele.

Vivere senza plastica non sarà sicuramente facile, ma potrebbe comunque essere fatto con un forte impegno e convinzione. Con più campagne di sensibilizzazione che promuovono uno stile di vita senza plastica, i nostri oceani potrebbero presto respirare più facilmente e più sano.

L'inquinamento da plastica è reale, ma possiamo fermarlo.

Con la giusta mentalità e la conoscenza di quanti danni sta causando la plastica nei nostri ecosistemi marini, niente è mai impossibile. Certo, il dilemma di eliminarla completamente dalla terra potrebbe essere lungo, ma man mano che le notizie fanno luce sulla distruzione, vengono fatti più passi per aiutare a risolvere la situazione.

La chiave per combattere l'inquinamento da plastica è rifiutarsi di usare la plastica stessa. Prendi spunto dall'epoca del lattaio, quando il latte veniva consegnato in bottiglie di vetro e veniva riempito la volta successiva. Prendi il tumbler quando esci, abbi utensili inossidabili nella tua borsa, una borsa ecologica quando vai a fare la spesa. 

Per quanto vogliamo vedere come il mondo fermare l'inquinamento da plasticaè anche cruciale che facciamo la nostra parte nel sistemare questo pasticcio di cui siamo stati parte. Se non puoi ancora toglierlo completamente dal tuo sistema, ridurre il tuo consumo di plastica potrebbe comunque fare un'enorme differenza.

Cosa succederà se non fermiamo l'inquinamento degli oceani?

Se non facciamo qualcosa per fermare l'inquinamento degli oceani come le emissioni di anidride carbonica, potremmo non avere più barriere coralline entro il 2100. Uno dei contro di questo sarà un numero maggiore di tempeste grandi e potenti.

Cosa si sta facendo per fermare l'inquinamento da plastica?
it_ITItaliano