Da dove viene la maggior parte della plastica nel mare?

Ogni anno, da 8 a 12 milioni di tonnellate di plastica entrano nell'oceano. Questo si aggiunge ai 150 milioni di tonnellate stimati già presenti nei nostri ambienti marini.

La ricerca mostra che l'Indonesia e la Cina sono i due maggiori trasgressori in termini di inquinamento da plastica negli oceani.

Le bottiglie d'acqua di plastica vengono dagli Stati Uniti. I contenitori per il cibo vengono dalle Filippine. I sacchetti di plastica vengono dalla Cina. Un'alta percentuale di spazzatura proviene dal famigerato Great Pacific Garbage Patch, che ora è il termine collettivo per i paesi intorno al Pacifico.

Quanto è grande il problema della plastica negli oceani?

L'enorme quantità di tonnellate di spazzatura nella patch sembra un blob galleggiante a metà strada che è due volte più grande del Texas. 

Per affrontare la gravità del problema, l'Ocean Cleanup Project sta inviando un gigantesco raccoglitore di rifiuti galleggiante per cercare di raccoglierli. 

La toppa comprende circa 1,8 trilioni di pezzi di spazzatura e pesa 88.000 tonnellate. Se è difficile da immaginare, immaginatevi 500 jumbo jet. Ecco quanto è grave la situazione e perché abbiamo bisogno di misure drastiche per poter contribuire a risolverla.

Come possiamo aiutare a risolvere l'inquinamento da plastica?

L'inquinamento da plastica esiste da secoli. Ha guadagnato tanta attenzione solo quando è stato collegato al riscaldamento globale e al cambiamento climatico.

A causa delle sue dimensioni, è necessario uno sforzo su scala globale per combattere il problema. Il modo migliore per combatterlo è mettere completamente fine alla plastica produzione e uso. Tuttavia, la dipendenza globale dalla plastica non è facile da dimenticare. 

Quindi, la nostra prossima soluzione migliore è quella di garantire che la plastica sia prodotta e utilizzata in modo più efficiente e più rispettoso dell'ambiente modo. 

Dobbiamo affrontare questa sfida prima che la plastica sommerga l'oceano.

Quando la plastica ha iniziato a inquinare l'oceano?

Scoperta per la prima volta all'inizio degli anni '90, la spazzatura della garbage patch proviene da paesi intorno al Pacific Rim. Questo include nazioni in Asia, Nord America e Sud America. Tuttavia, gli studi mostrano che un'enorme quantità di spazzatura proviene dalla Cina e da altri paesi asiatici.

Questo non dovrebbe essere una sorpresa: Nel complesso, la maggior parte dei rifiuti di plastica nell'oceano proviene dall'Asia. Infatti, i primi sei paesi per la spazzatura oceanica sono Cina, Indonesia, Filippine, Vietnam, Sri Lanka e Thailandia.

Gli Stati Uniti, d'altra parte, contribuiscono fino a 242 milioni di libbre di rifiuti di plastica nell'oceano ogni anno.

A causa del contraccolpo ricevuto dopo la notizia che la Cina ha contribuito maggiormente al problema, ha iniziato a prendere provvedimenti per arginare la marea di spazzatura che galleggia dalle sue coste. Hanno vietato l'importazione di rifiuti di plastica.

Dove andranno a finire tutti quei rifiuti?

È altamente imprevedibile dove potrebbero finire i rifiuti di plastica. Alcuni potrebbero essere dirottati verso altri paesi. Tuttavia, poiché la maggior parte di essi non ha le infrastrutture per gestire i propri rifiuti, si potrebbe creare un nuovo problema.

La spazzatura nell'oceano potrebbe rimanere in giro per molto tempo. La maggior parte di questi rifiuti di plastica non si biodegradano affatto. Tutta questa spazzatura potrebbe essere con noi per centinaia o addirittura migliaia di anni. Dato che la plastica è stata prodotta solo intorno agli anni '50, non sappiamo mai veramente quanto tempo potrebbe durare nell'oceano. Se lasciata sola, la plastica potrebbe rimanere lì per decenni, secoli o anche di più. 

Come influisce la plastica nel mare sugli animali marini?

Le microplastiche oceaniche hanno effetti duraturi sull'oceano. Pesci e altra vita marina scambia i pezzi per cibo e li consuma, potenzialmente tagliando i loro tratti digestivi, o riempiendo i loro stomaci in modo che non ci sia spazio per il cibo vero. 

Queste azioni permettono anche alle sostanze chimiche e alla contaminazione di entrare nell'organismo e di danneggiarlo. I pezzi di plastica possono impiegare settimane per affondare sul fondo dell'oceano, poiché diventano più pesanti dopo essere stati mangiati ed espulsi da pesci e altri animali o dopo essersi ricoperti di batteri e altri organismi. 

Dal più piccolo plancton alle più grandi balene, la plastica colpisce quasi 700 specie nell'oceano, e incredibilmente, la spazzatura ha raggiunto lo stomaco di alcuni dei pesci più profondi dell'oceano.

Gli esperti dicono che il 73% dei pesci d'acqua profonda nell'Oceano Atlantico del Nord ha mangiato particelle di plastica, note come microplastiche. Questo è tra le percentuali più alte mai trovate nei pesci sulla Terra, secondo un recente studio.

Domande comuni sulla provenienza della maggior parte della plastica nel mare

Quale paese mette più plastica nell'oceano?

Diversi studi mostrano che la Cina rimane il più grande contributore di rifiuti di plastica nell'oceano. I sacchetti di plastica sono i loro principali rifiuti di plastica. 

Quali paesi hanno vietato la plastica?

Italia, Cina, Bangladesh e molti paesi africani hanno iniziato programmi di divieto dei sacchetti di plastica. Molti altri paesi stanno seguendo l'esempio, anche se molto probabilmente ci vorrà del tempo prima di vedere dei risultati.

Quale paese usa più plastica?

Avendo la popolazione più numerosa, non c'è da meravigliarsi che la Cina sia al primo posto nell'uso globale della plastica. Il paese produce 60 milioni di tonnellate di plastica ogni anno.

Che si tratti di sacchetti di plastica erranti o di cannucce di plastica che si insinuano nelle grondaie o di grandi quantità di rifiuti plastici mal gestiti che scorrono dalle economie in rapida crescita, questo è come scaricare uno al camion della spazzatura pieno di plastica nell'oceano ogni minuto di ogni giorno per un anno intero. 

Con la maggior parte dei paesi che iniziano a vietare l'uso di prodotti di plastica, il mondo spera di vedere cambiamenti positivi al nostro problema del riscaldamento globale. Con la Cina che cerca di controllare la produzione di plastica, il futuro della nostra vita marina sembra più luminoso.

it_ITItaliano